Get Adobe Flash player

Trenta: “La tracciabilità va esaltata insieme alla tipicità e al legame con il territorio per la crescita economica senza rinunciare all’identità sul mercato globalizzato”

Trasferta veronese per la Uila-Uil di Taranto. Il sindacato dei lavoratori agricoli del territorio ionico parteciperà alla sesta conferenza nazionale dell’organizzazione Uila Uil italiana nell’ambito del Vinitaly, appunto a Verona, dal prossimo 10 aprile.

Fino a mercoledì, le giornate nella città dove si svolge la più grande manifestazione dedicata al vino, trascorreranno tra incontri e dibattiti intervallati dalle degustazioni.

Tema dell’iniziativa, “Sempre tra la gente vicino a chi lavora, in ogni comune, in tutte le aziende”.

La Uila di Taranto sarà presente con ben otto rappresentanti. La partecipazione a questa iniziativa è infatti considerata particolarmente importante dal segretario provinciale del sindacato Antonio Trenta, a capo della delegazione ionica. Non soltanto perché, come ricorda il segretario, “Il Vinitaly è oggettivamente considerato un appuntamento internazionale di grande rilevanza per il vino italiano, una eccellenza del made in Italy nel mondo”, ma anche perché alla conferenza parteciperanno istituzioni importanti come il ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina.

Nell’ambito dell’iniziativa ci sarà infatti una tavola rotonda che verterà su tematiche di notevole rilievo per il settore in particolare e per tutta l’economia italiana in generale.

Al centro del confronto: “Mangio italiano, voglio un lavoro etico”. Il dibattito sarà finalizzato a dimostrare che “la tracciabilità è una carta vincente per l’agroalimentare”.

“E’ quello che da sempre sosteniamo – afferma convinto il segretario Trenta – certi che facendo leva con decisione sulle peculiarità originali delle nostre produzioni agroalimentari, dunque esaltando i tratti della tipicità, della tracciabilità, della genuinità, del legame inscindibile con il territorio, la sua storia e la sua cultura, la provincia ionica, così come il resto del Paese, sono nelle condizioni non solo di crescere, ma anche di dare un contributo creativo, specifico e ineguagliabile, verso quella globalizzazione multipolare, multiculturale, multiproduttiva e democratica, che è necessaria al mondo, nel confronto fra le molteplici diversità compresenti e conviventi”.
A moderare il dibattito sarà Sandro Capitani, conduttore della trasmissione “Coltivando il futuro” di Radio 1.

Un messaggio di saluto sarà portato dal presidente di Veronafiere, Maurizio Danese. Oltre al ministro Martina tra gli altri parteciperanno anche Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti, Luigi Scordamaglia, presidente di Federalimentare, Stefano Mantegazza segretario generale della Uila Uil e Carmelo Barbagallo segretario generale della Uil.