Dal territorio News

Rete del lavoro agricolo di qualità: “Accoglienza, trasporto e incrocio domanda-offerta”

Queste le priorità del primo incontro della sezione territoriale. Il segretario generale provinciale della Uila Uil, Antonio Trenta: “Dobbiamo intervenire mettendo in campo tutti gli strumenti utili se vogliamo toglierci di dosso la maglia nera del caporalato, come confermano gli arresti in Puglia da gennaio. L’attività della sezione territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità, presieduta da Giulio Cristian, dovrà partire immediatamente dalle misure prioritarie”. Così Antonio Trenta, segretario generale della Uila Uil di Taranto, commenta il bilancio degli arresti effettuati dalle forze dell’ordine da gennaio ad oggi nella Regione Puglia che ha finora portato all’arresto di 51 persone, 41 delle quali soltanto da giugno ad agosto.

“Arrivati a questo punto – dichiara Trenta – non si può che intervenire sul tema dell’accoglienza, unitamente a quello del trasporto e all’incontro “vigilato” tra domanda e offerta di lavoro”.

La sezione territoriale si riunirà per la prima volta lunedì 21 ottobre alle ore 10 all’INPS, dopo l’incontro in Prefettura lo scorso 25 settembre.

Articoli correlati

Quota cento NON supera la Fornero

Giovanni De Cuia

Rompi gli equilibri. Scegli di stare dalla tua parte.

adminCarlo

Si parla di “caporalato” in diretta a Radio Cittadella

adminCarlo

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi...

Privacy & Cookies Policy