Senza categoria

PROTESTA LAVORATRICI / LAVORATORI AGRICOLI TERRA JONICA

Forte e alta, la voce delle lavoratrici / dei lavoratori, che pur nel rispetto delle norme anti Covid-19, stamane davanti all’ingresso della Prefettura di Taranto, così come davanti alle altre Prefetture d’Italia, hanno fatto sentire la loro voce per una concreta vera discriminazione sociale: questa categoria è stata esclusa nel Decreto “Sostegni” quale beneficiaria di indennizzi per il fermo della produttività causata dalla grave pandemia diffusa nel mondo.

Antonio Trenta, segretario generale UILA UIL Taranto, e i segretari delle altre due sigle confederali FLAI CGIL e FAI CISL, hanno consegnato al Capo di Gabinetto della Prefettura, Maria Teresa Ruocco, il documento unitario delle richieste da avanzare al Governo che evidenzia pienamente la stortura subìta da questi lavoratori / lavoratrici stagionali, più di 27mila nella provincia jonica.

Tra l’altro Trenta ha sottolineato che “oltre al bonus da assegnare anche a questa categoria, serve la trasposizione delle stesse giornate riconosciute nel 2019 anche per il 2020 – anno tragico di produzione a causa del virus – per consentire loro l’indennità di disoccupazione, unica sostegno al reddito per la categoria”.

In diretta Facebook, le voci di due lavoratrici UILA UIL Taranto – Simona di Palagiano (TA) e Luciana di Massafra (TA) – con chiarezza hanno evidenziato la loro forte mortificazione per il disinteresse del Governo, il loro senso di responsabilità, la necessità di veder riconosciuti i loro diritti ad altre categorie riconosciuti

Articoli correlati

IDA CARDILLO “OCCORRE LOTTARE INSIEME PER LA GIUSTIZIA”

admin

“BONUS, PAC E AMMORTIZZATORI”: SCIOPERO REVOCATO

admin

LAVORATORI AGRICOLI, 30 APRILE SCIOPERO

admin

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi...

Privacy & Cookies Policy